Pagine

giovedì 12 maggio 2022

B&B  LA CAMERA VERDE

 (english cottage)

 Quando qualche anno fa ho intrapreso l'avventura del bed and breakfast, l'ho fatto perchè mi sono ritrovata sola in una grande casa a due passi dal mare. Mi è sembrata la cosa più logica da fare anche se, sinceramente sulla scelta ha pesato moltissimo l'idea di poter mettere in campo la mia  voglia di sperimentare, colorare, trasformare ecc. In effetti, il vero sogno non era gestire un bed and breakfast, ma  crearlo dal nulla (o quasi). Poi  è anche vero che si è rivelata una scelta felice perchè attraverso il b&b ho incontrato persone splendide. Quasi tutti sono diventati amici e con più di qualcuno si è creato un rapporto ricco di sintonia, rispetto e affetto che dura ormai da anni. Ma torniamo a noi.  Mio padre, ha fatto costruire questa casa grande, comoda e anche bella secondo me. Pur sempre però  una casa  destinata ad una famiglia: due bagni, 3 camere, un cucinino, una sala da pranzo e un salotto enorme. Non sono state poche le modifiche che ho dovuto apportare per rientrare nei requisiti e nelle dimensioni delle camere e della sala colazione, così come stabilito dalla nostra regione (Abruzzo). Ho lavorato tanto, ma adesso sono orgogliosa del risultato ottenuto. Le camere hanno tutte bagno privato, aria condizionata, frigo e balcone. L'ultima camera ad avere il bagno privato è stata la camera verde che ho chiamato English cottage.

                                                                                    

 Due anni fa ho dovuto modificarla per inglobare lo spazio per il bagno ed essendo la camera più grande, non ne ha risentito. Ho dovuto però cambiare l'armadio perchè troppo ingombrante. Mi ricordo quel periodo, sempre in giro col metro per cercare di adattarvi uno degli armadi che avevo in soffitta e per giorni non mi sono accorta di avere un "Cenerentolo"  tra le mani. Era brutto, brutto, brutto! Tanto  brutto  da risultare invisibile ai miei occhi. Lo avevo messo lì, in garage per fare una cortesia ai vicini che aspettavano i nuovi mobili e non sapevano dove buttarlo. Anche il mercatino dell'usato voleva  essere pagato  per portarlo via. Non so se rendo l'idea! Eppure....... 

...con dello stucco...

...due belle tonalità di verde ...
....qualche listello....
                                                     ...uno stencil ...                        
                                                                                  

                                          ... due pomelli  davvero belli  e... tanta pazienza...   
                                                                    et voilà! Ecco il risultato!                 
Preciso preciso per la nicchia che si è creata dopo aver realizzato il bagno!
Ma non finisce qui: questa è la stanza dove ho dato maggior sfogo alla mia creatività, ma sarà argomento di un altro post. Ciao a tutti! D.c.b.


sabato 7 maggio 2022

GHIRLANDE  DI STOFFA

Ciao a chiunque di voi passi ancora da qui. Io ci sono ancora, con le mie passioni e la mia voglia di fare nonostante gli anni passino. Gestisco ancora il bed and breakfast e ancora creo, trasformo, invento e ancora non finisco di imparare. Sono  in ritardo con la riapertura del bed and breakfast perchè mi sono contagiata col covid e sono ancora un pò deboluccia per cui mi sono detta che potevo almeno aggiornare il blog e riprendere da dove avevo lasciato. Il fatto è che la differenza tra qualche anno fa e adesso, è solo che non ho più postato. Ho trascurato di aggiornare il blog ma lungi da me l'essermi fermata: è ancora la mia creatività che gestisce me, non il contrario. Ho realizzato tanti lavoretti, ho lavorato per un matrimonio, ho decorato il bed and breakfast e sono andata avanti con la sistemazione del laboratorio Spero di riuscire a essere un pò più costante nell'aggiornare il blog e nel rendervi partecipi di questa salutare febbre creativa. Oggi, vi mostro le ghirlande che ho realizzato quest'autunno. Non sono tutte: alcune le ho vendute, altre regalate, ma queste sono le mie preferite. 









Le ghirlande a 10 petali sono molto laboriose: richiedono molto lavoro e tanta pazienza ma il risultato è davvero soddisfacente.

Ok, per oggi termino qui. Vedremo nei prossimi giorni cosa sarò ispirata a postare: il materiale davvero non manca. A tutti quelli che leggono auguro ogni bene e che Dio ci benedica! Un abbraccio


venerdì 29 maggio 2020

LA BELLEZZA CHE MI CIRCONDA ( parte seconda: il sentiero delle querce)

Vi ho mai detto che la quercia è uno dei miei alberi preferiti? Non il leccio, ma la quercia! Alta, imponente, solida ed  elegante anche in inverno, quando i rami spogli rivelano la luce e i nidi costruiti dagli uccelli. Ecco perchè girovagando per le mie zone, anni fa mi sono imbattuta in questo sentiero a pochi km da casa e mi sono incuriosita leggendone il nome. Ho deciso di tornarvi l'altro giorno, per mostrarvi il panorama che, ahimè non rende come dovrebbe in foto, ma che, ad occhio nudo è spettacolare!
percorrendo il sentiero si alternano luoghi di ombra....
...a tratti di sentiero in cui oltre alla luce, filtra l'azzurro del mare....
Poi, si arriva in cima....
....la luce esplode e gli occhi si riempiono dell'azzurro del cielo e del mare....
...e lo sguardo può spaziare lontano, verso sud.... 
Sulla strada del ritorno, una meravigliosa campagna mi circonda e mi porta indietro nel tempo..
...a quando questo paesaggio non dovevo cercarlo qui, ma era intorno alla mia casa 
ed era il mio mondo.
 Tutto era scandito dai ritmi che la natura imponeva ed erano tempi meravigliosi!
Forse è per questo che mi entusiasmo come una bambina alla vista di certi luoghi.
Qui finisce la mia piccola avventura alla ricerca della bellezza, ma non escludo di rendervi partecipi di altre piccole escursioni nella mia generosa terra:l'Abruzzo!! A presto! 
Sto preparando una sorpresa per voi.
Dio ci benedica!
Lella

mercoledì 27 maggio 2020

LA BELLEZZA CHE MI CIRCONDA ( parte prima : verso la collina in Abruzzo)

Ciao.
Sono alle prese con un lavoro abbastanza lungo e per evitare di lasciare troppo tempo il blog senza nuovi post, ho pensato di rendervi partecipi di una giornata vissuta in modo molto piacevole. 
Complice un bellissimo sole e il bisogno di distaccarmi un pò dai mille pensieri che mi frullano in testa ultimamente ( riapro il b&b quest'anno? Non lo riapro? Cosa rischio? Cosa perdo? A cosa vado incontro? Ce la farei da sola con tutte le nuove direttive? E qui mi fermo sennò stresso anche voi), due giorni fa, mi sono avventurata per una strada nella zona collinare del mio paese. Questa strada porta a Colonnella, un comune medievale molto carino e ben curato.
 Beh! che vi devo dire?
 Le immagini parleranno da sole, perchè la zona è molto, molto bella e non ha nulla da invidiare a campagne e colline molto più famose e gettonate nel mondo.
Erano circa le 11.30, ho preso l'auto e fatto pochissimi km. Dopo una breve salita ho parcheggiato e scattato le prime foto....verso Ovest
....e verso Est....
La bellezza era ovunque.....
 Ho ripreso il cammino.
Dopo qualche centinaio di metri, la visuale di questo uliveto mi ha rapito....
 Poi sono arrivata vicino al paese....
 ...sulla strada che scende a sud, verso la Val Vibrata  e fermandomi ho realizzato di essere in una posizione strategica: in pochi altri posti  avrei potuto ammirare ciò che vedevo in quel momento semplicemente voltando la testa. Guardando a destra avevo il massiccio del Gran Sasso col Corno grande....
 e a sinistra l'Adriatico col mio paese Martinsicuro, adagiato sulle sue rive.
Ho pensato alla grande ricchezza che Dio ha donato alla mia regione e quanto questa sia poco conosciuta e apprezzata. Vivere qui è una meraviglia per gli occhi e spero che presto tanti possano rendersene conto. Mi auguro che certe meraviglie siano  sempre più salvaguardate e protette dagli scempi che spesso sono stati consentiti qui e altrove, in Italia.
Ho ripreso il mio breve viaggio, e mi sono diretta verso il sentiero delle querce,
nella Contrada Civita.
Ecco l'ulivo che segna l'ingresso del sentiero.....
D.c.b.